Unique Value Proposition – il racconto dei valori

Cos’è il marketing? Dare una risposta a questa domanda potrebbe essere davvero difficile.

Infatti, quest’area di lavoro, così importante per aziende e professionisti, ricca di strumenti, strategie e programmi è talmente tanto vasta da rende quasi impossibile racchiuderla attraverso una definizione.

Possiamo dire questo, però: il marketing è il racconto di una storia, della storia di un’azienda o di un professionista che, attraverso il proprio lavoro, viene raccontata a tantissime persone.

Per raccontare “questa storia” un’azienda deve conoscere sé stessa, la propria mission, i valori e gli ideali che vuole trasmettere.

La Unique Value Proposition, ovvero la proposta unica di valore, si riferisce proprio a questo. Rappresenta la risposta alle domande del target di riferimento e racchiude la dichiarazione, la premessa e la motivazione che un brand intende portare avanti.

Non si tratta di un racconto dell’azienda in se ma, del beneficio che l’utente trae scegliendo un determinato brand, rispetto ai competitors.

Ma come scrivere una UVP efficace e affidabile? Ecco tutto quello che devi sapere.

A chi si rivolge la Unique Value Proposition?

Per scrivere una UVP efficace bisogna partire dal principio, ovvero concentrarsi sul target di riferimento. Il fulcro del marketing non riguarda il prodotto in se, bensì l’utente a cui è riferito, con i proprio desideri e obiettivi.

Per cui, comprendere fino in fondo il proprio target di riferimento è il primo e più importante elemento che compone l’elaborazione di una Unique Value Proposition.

Ma come è possibile capire quale sia il target?

Centrare un target di riferimento non è impresa facile perché, per elaborare una strategia davvero risolutiva, si deve essere in grado di empatizzare con l’utente ideale, rendendo più umano possibile ed elevandolo a persona vera e propria e non a semplice segmento del target generale.

Per fare questo c’è bisogno delle Buyer Personas.

Le Buyer Personas sono la rappresentazione dell’utente ideale, identificando le sue caratteristiche personali e socio-demografiche. In pratica, si crea un identikit dell’utente ideale, dandogli un volto, una storia, una professione ed obiettivi e sfide.

In questo modo si riescono a comprendere le caratteristiche che contraddistinguono i clienti potenziali, cercando di anticiparne i comportamenti e le scelte per capire quali strategie è più opportuno adottare.

Problema e soluzione: la strategia dentro la Unique Value Proposition

Se rispondere alla domanda: “cos’è il marketing?” è molto difficile, offrire una soluzione alla domanda “l’obiettivo del marketing?” lo è molto meno.

Generalmente si tratta di offrire una soluzione a possibili problemi o soddisfare i desideri delle persone.

Per scrivere una Unique Value Proposition affidabile, si deve andare alla ricerca di un problema che deve essere reale e percepito dall’utente come una frustrazione o un bisogno o un desiderio.

Una volta creato un “problema” e reso reale, si va alla ricerca della soluzione, insieme agli utenti che rappresentano il segmento di target che considera la ricerca della soluzione come una priorità. Questi utenti sono definiti in gergo marketing “early adopters

Ovviamente si tratta di persone reali e intercettarle non è mai semplice, infatti, è necessario creare una relazione con queste persone, che deve essere sviluppata in ottica di una collaborazione per ottenere dei feedback.

Ti stai chiedendo dove trovare gli early adopters?

Solitamente si tratta di persone che fanno domande e parlano di un dato argomento sul web, principalmente su forum o attraverso sondaggi e interviste.

Scrivere la Unique Value Proposition che fornisca la risposta migliore

Abbiamo visto come per gettare le basi di una buona Unique Value Proposition c’è bisogno di creare un problema e trovare una soluzione.

Tutto questo, però, non basta. Infatti, l’obiettivo di scrivere una UVP efficacie non è solo quello di fornire una soluzione ma, quello di trovarne una che, agli occhi dell’utente, sia migliore rispetto a quella fornita dai tuoi competitors.

Lo scopo finale è quello di trovare il reale vantaggio che soddisfi il bisogno dell’utente messo in relazione con la soluzione che l’azienda propone. Una volta individuato quale potrebbe essere il “prodotto giusto” si passa alla fase di testing, valutando se la soluzione proposta si reale e sentita dagli utenti.

Per scrivere una Unique Value Proposition in modo corretto, oltre a tutti i fattori già citati, bisogna conoscere a fondo il proprio business e saper individuare il problema, sapere quale tipo di bisogno si va a soddisfare e quale beneficio ottiene l’utente che sceglie il tuo brand piuttosto che quelli della concorrenza.

In più, la proposta di valore per essere estremamente performante deve essere concreta, coerente e in linea con la vision e la brand identity della tua azienda.

Noi di SEOM ti possiamo fornire una consulenza professionale per i servizi digitali e l’elaborazione di una strategia di comunicazione basata sulla Unique Value Proposition. Contattaci e ti aiuteremo a valorizzare la tua azienda. Scrivici ad info@seom.online oppure compila il forum qui.

Seguici per altre info... sempre su www.seom.online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Prenota una consulenza o chiedi un preventivo

In un'epoca in continua evoluzione, restare al passo con i tempi è di fondamentale importanza.
Scopri come la tua azienda può cavalcare l'onda del digitale.

Prenota ORA la tua consulenza, compila il form qui accanto!

email: info@seom.online
tel: +393807414690
cross