Come nasce la parola Bar

22 Marzo 2022

Quante volte ti sarai chiesto da dove viene e come nasce la parola Bar, chi l'ha inventata, bene oggi te lo diciamo noi.

Wikipedia dice: L'origine del nome deriva dall'inglese, dove il termine identifica locali dediti esclusivamente alla vendita di alcolici, Bar è riferito al lungo bancone e, più esattamente, alla sbarra corrimano, posta sotto di esso .

La parola Bar, ha un'etimologia imprecisata.

Questo passaggio linguistico è stato influenzato dal mondo anglosassone e in particolare dalla nascita dei primi American Bar in Europa.

Probabilmente legata al concetto di bar/barriera, ovvero la separazione della zona in cui si serviva e consumava l'alcol, era diviso da una sbarra dal resto del locale.

Chi usò per primo la parola Bar e come nasce

Come nasce la parola Bar? Qualcuno sostiene che il termine bar venne usato per la prima volta da un imprenditore italiano - Alessandro Manaresi .

Aprì il primo bar a Firenze nel 1898, ricorrendo alle tre lettere del "Banco A Ristoro".

Si potrebbe pensare al concetto stesso di bancone, che divide il barista e il suo piano di lavoro dal cliente.

Anni fa si mettevano delle barra in ottone, una hai piedi e una in alto, per appoggiare il braccio , per far sì che il cliente fosse più comodo al bancone del bar, seduto allo sgabello a godersi il suo caffè.

Man mano che la popolazione diventava sempre più spesso internazionale, era necessario adattare i nomi dei bar.

Tra i i primi possiamo citare l'Harry's New York Cocktail bar di Parigi (1910) e il bar del Savoy Hotel di Londra (1921).

Nel 20° secolo, quando l'espresso e altri caffè speciali sono diventati popolari negli Stati Uniti, hanno cominciato ad aprire molti ristoranti specializzati in caffè, nel mondo per BAR si intende il luogo in cui ordinare e consumare bevande alcoliche, invece per noi italiani è il posto per eccellenza in cui ordinare e gustare un buon caffè. 

Negli anni '90 e nei primi anni 2000, alcuni caffè cominciarono a offrire l'accesso a Internet al pubblico, dando origine al cosiddetto Internet café. Pagavi per stare collegato ad internet, gustando il tuo caffè per un ora o più, chattando con altre persone che conoscevi sul web.

Scegli il tipo di caffè che preferisci e soprattutto il bar che più ti piace! Ma quanti tipi di bar esistono? In Italia siamo abituati al bar di quartiere, quello sotto casa, dove il barista conosce i tuoi gusti e sa se il caffè lo prendi amaro, lungo, deka, macchiato freddo o macchiato caldo. 

Come nasce la parola Bar : conclusioni

Con gli anni i bar si sono evoluti, prima trovavi solo alcolici e caffè, ora se entri in un bar puoi trovare di tutto. 

Ci sono banconi forniti di ogni tipo di brioches: piene, vuote, crema, marmellata, bomboloni e ce chi ha anche qualche pasticcino, caramelle, cioccolatini, chewing gum.

Ma non solo questo, anche il salato tipo: tramezzini misti, panini, focacce farcite e vuote  

Qualcuno, ha anche la cucina attrezzata, per fare dei primi piatti ottimi. 

Gli anni passano, ed anche i bar si evolvono.  

Al giorno d'oggi, al bar possiamo ordinare svariate cose.

Sapevi la provenienza della parola bar? Anche tu vuoi lasciare un impronte nel web con la tua azienda?

Contattaci a info@seom.online oppure vai su https://www.seom.online noi ti aiuteremo a farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Prenota una consulenza o chiedi un preventivo

In un'epoca in continua evoluzione, restare al passo con i tempi è di fondamentale importanza.
Scopri come la tua azienda può cavalcare l'onda del digitale.

Prenota ORA la tua consulenza, compila il form qui accanto!

email: info@seom.online
tel: +393807414690
cross