Cloud storage - parte 2

30 Dicembre 2021

Bentornato! Oggi continuiamo con il: Cloud storage - parte 2. Ancora più informazioni per te!

Ti sei perso la prima parte? Nessun problema, lo puoi trovare a questo link: https://seom.online/cloud-storage-parte-1

Dove eravamo rimasti?

Nella prima parte, del nostro articolo, hai avuto modi di fare le tue considerazioni riguardo la facilità e comodità dell’uso di un archivio in cloud.

Abbiamo visto come memorizzare i dati su Internet tramite un provider di servizi cloud che gestisce i tuoi files e il servizio di storage.

Adesso vedremo la modalità di erogazione che è “on demand”.

Costi del cloud storage

L'ultimo elemento "negativo" di un servizio di CLOUD STORAGE è che sicuramente dovrai pagarlo.

La maggior parte dei provider offre account gratuiti, ma si hanno a disposizione uno spazio limitato di archiviazione e alcuni dei vantaggi sono limitati ai clienti paganti.

Per l'utente medio, dovrai pagare per avere abbastanza spazio per tutti i tuoi files.

La buona notizia è che i prezzi sono abbastanza ragionevoli, e non è necessario sborsare una fortuna per archiviare i propri files, soprattutto rispetto al costo di acquistare più spazio fisico.

Vediamo i PRO

  • Accesso ai files ovunque ci sia internet
  • Nessuna necessità di dischi rigidi aggiuntivi
  • Recupero dei files in caso di perdita dei dati
  • Aggiornamento dei files su tutti i dispositivi
  • Collaborazione
  • Condivisione semplice

E adesso i CONTRO

  • Richiede una connessione internet
  • Problemi di privacy e sicurezza
  • Devi pagare per una quantità decente di spazio di archiviazione

Tipi di cloud storage

Non tutti gli utenti di cloud storage hanno gli stessi bisogni o vogliono le stesse soluzioni.

Ecco perché ci sono diversi tipi di sistemi di cloud storage disponibili da vari fornitori.

Personale

I principali servizi di cloud storage ti permettono di accedere ai loro server remoti, ma puoi anche impostare il tuo server a casa per creare il tuo cloud storage personale.

Prodotti come Western Digital My Cloud ti permettono di impostare un server locale a cui solo tu puoi accedere. Ci sono una serie di ragioni per cui potresti voler fare questo.

È ottimo per lo streaming di media (come musica e film) all'interno della tua casa perché puoi contare su velocità più elevate sulla tua rete privata rispetto a quelle che potresti ottenere in streaming da un server su Internet.

Questo significa anche che, se il tuo contenuto multimediale proviene da fonti non proprio rispettabili, non devi preoccuparti che il tuo provider di cloud storage ficchi il naso e controlli i tuoi files.

Privato

Il cloud storage privato è sostanzialmente il cloud storage personale per le aziende. Questo è il caso in cui un'azienda imposta i propri server di archiviazione in-house. I dipendenti possono accedere a questi server attraverso il cloud, come un Dropbox aziendale.

Ci sono diverse motivazioni per cui un'azienda può scegliere di realizzare il proprio cloud storage privato, ma una delle più importanti è che ad alcune aziende è richiesto di archiviare i dati degli utenti in loco per esigenze legali.

Pubblico

Questo è ciò che la gente di solito intende quando parla di cloud storage. Servizi come Google Drive e pCloud hanno interi rack di server in data center dedicati a servire il pubblico, permettendo a questi utenti di archiviare i loro files nel cloud.

Gli utenti attenti alla privacy potrebbero prendere in considerazione un abbonamento MEGA o, se stai pensando di collaborare sui files di Office, potresti considerare l'utilizzo di OneDrive .

Questi providers sono per lo più focalizzati sul mercato dell'archiviazione dei dati personali, ma molti servizi di cloud storage offrono anche pacchetti che le aziende possono sfruttare se vogliono archiviare i dati fuori sede.

Archiviazione ibrida

Prendi la velocità e la sicurezza del cloud storage privato e combinale con la facilità d'uso e la flessibilità del cloud storage pubblico: hai scoperto il cloud storage ibrido, un nuovo approccio all'archiviazione dei file online.

Il cloud storage ibrido ti permette di combinare il tuo server di archiviazione locale con un provider di cloud storage pubblico. Questo ti permette di scegliere quali dati vuoi archiviare localmente e quali file vuoi archiviare in remoto nel cloud.

Questo ti dà il meglio di entrambi i mondi e potrebbe essere una soluzione perfetta per molte aziende.

Servizi come Microsoft Azure ti permettono di gestire il tuo cloud storage ibrido.

Quanto è sicuro il cloud storage?

Con le minacce di violazione dei dati che si verificano ogni giorno, potresti chiederti quanto sia veramente sicuro il cloud storage. Abbiamo già menzionato la violazione di Dropbox nel 2012 che ha fatto trapelare milioni di password degli utenti, ma è tutt'altro che un incidente isolato, con celebrità che hanno subito violazioni memorabili del loro storage Cloud.

Il cloud storage è sicuro?

Beh, la risposta breve è: sì, fino ad un certo punto. Dropbox ha migliorato la sua sicurezza dopo la violazione, e gli "hack" di iCloud erano per lo più dovuti alla cattiva gestione degli account e alle password deboli, ma non alla violazione del servizio stesso.

La maggior parte dei fornitori di servizi cloud di terze parti sul mercato sono molto sicuri, ma è anche vero che se qualcuno ha accesso alla tua password, può accedere al tuo account.

Ecco perché dovresti sempre usare l'autenticazione a due fattori se il servizio la offre.

Quando accedi, questo sistema 2FA ti richiede di inserire un codice inviato al tuo telefono o generato da un'app di autenticazione come secondo livello di protezione, insieme a una password forte e difficile da capire.

L'autenticazione a due fattori significa anche che, anche se qualcuno ha la tua password, non può accedere al tuo account senza avere anche il tuo cellulare a portata di mano.

Per una maggiore sicurezza, usa un provider che offra la crittografia a conoscenza zero, in modo che se i server stessi vengono violati, gli aggressori potrebbero accedere ai tuoi file criptati, ma non sarebbero in grado di decifrarli.

Providers come Tresorit offrono la crittografia a conoscenza zero in versione standard.

Altre opzioni, possono essere Cloud, MEGA e Egnyte Connect.

Cloud storage - parte 2: Conclusioni

Speriamo che questa guida ti abbia lasciato con una maggiore comprensione di come funziona il cloud storage e ti abbia dato alcune proposte di provider che puoi provare a poco o nessun costo.

Il cloud storage è diventato estremamente popolare proprio per la sua facilità d'uso, il basso costo e la convenienza generale.

Ti permette di accedere ai tuoi files e cartelle quando vuoi, da dove vuoi, e allo stesso tempo li mantiene protetti contro la perdita di dati.

Riduci anche la quantità di spazio su disco che stai usando, liberando invece spazio per video, giochi e altro.


Ti piacciono i nostri articoli?

Lasciaci un commento!

Se vuoi una consulenza contattaci su: info@seom.online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Prenota una consulenza o chiedi un preventivo

In un'epoca in continua evoluzione, restare al passo con i tempi è di fondamentale importanza.
Scopri come la tua azienda può cavalcare l'onda del digitale.

Prenota ORA la tua consulenza, compila il form qui accanto!

email: info@seom.online
tel: +393807414690
cross